Gli zingari arrivano dalla Serbia

GLI ZINGARI : CHI SONO?
Gli zingari sono coloro che appartengono a popolazioni nomadi di origine orientale con lingua e tradizioni particolari. Per la precisione pare che siano di origine indiana anche se non si sa di preciso quando abbandonarono la loro terra. L’arrivo in Europa si data intorno al 1500

La maggior parte dei zingari che arrivano in Italia provengono dalla Serbia dal Montenegro.
La maggior parte dei rom hanno i cognomi con "Ic" e quindi si puo dire che dalla Romania quelli che arrivano in Italia sono romeni e non rom

31 commenti:

  1. ALLARME RAZZISMO: MINACCE DI TIFOSI CONTRO I FUORICLASSE ZINGARI PIRLO, IBRAHIMOVIC E MIHAJLOVIC

    GRUPPO EVERYONE: “CAMPAGNA RAZZIALE CONTRO I ROM METTE A RISCHIO LA LORO INCOLUMITA’”

    Il pregiudizio che colpisce il popolo Rom in Italia rischia di degenerare in un'indiscriminata caccia all'uomo. A Napoli si verificano continue aggressioni nei confronti di Rom. Una baracca di via Malibran è stata data alle fiamme da una banda di razzisti e i 13 occupanti, sei adulti e sette bambini, fra cui due neonati, hanno riportato ustioni e rischiato di morire bruciati. A Ponticelli giovani armati di spranghe hanno aggredito alcuni Rom romeni. In via Argine, inseguimento di bambini Rom da parte di razzisti che nascondevano il volto dietro sciarpe. L'ultimo episodio ha vistoun bambino Rom di circa sei anni aggredito da una ronda in piazzetta San Domenico, schiaffeggiato, insultato e messo a forza sotto il getto di una fontana pubblica. Ma in tutta Italia, da nord a sud, gli episodi di antiziganismo e violenza si susseguono, quasi sempre ignorati dai media. "La Commissione europea deve intervenire con urgenza," affermano preoccupati i leader del Gruppo EveryOne Roberto Malini, Matteo Pegoraro e Dario Picciau "perché l'incitazione all'odio razziale a mezzo stampa e le politiche razziali sono proibite espressamente da Direttive, Risoluzioni europee e Carte dei Diritti degli individui e dei popoli. Abbiamo elementi sufficienti per affermare che il caso della ragazzina Rom che avrebbe tentato di rapire un bambino a Napoli è una messinscena, ma prima ancora del verdetto della magistratura, politici e media hanno espresso un giudizio di condanna non solo nei suoi confronti, ma in quelli di tutto il popolo zingaro. Da tempo il Gruppo EveryOne mette in guardia l'opinione pubblica, la stampa e i politici onesti contro il rischio di casi montati ad arte per seminare odio contro gli zingari e aprire la strada a leggi razziali come il prossimo decreto sicurezza e le famigerate 'commissioni Rom' che ricordano analoghe istituzioni naziste. Sono provvedimenti illegittimi” continuano “che in sede Ue saranno stracciati in mille pezzi”. Ma gli attivisti del Gruppo EveryOne lanciano l'allarme anche riguardo ai rischi che in questo clima potrebbero riguardare anche i Rom e i Sinti più famosi: "In questi giorni di follia xenofoba la rabbia degli italiani, fomentata dalla propaganda, non risparmia nessuno. Abbiamo sentito un gruppo di tifosi, probabilmente dell'area di estrema destra, lanciare proclami e minacce di estrema gravità contro il fuoriclasse del Milan Andrea Pirlo, che è uno zingaro Sinti, e nei confronti dei Rom dell'Inter Zlatan Ibrahimovic e Sinisa Mihajlovic. 'Non vogliamo uno zingaro nel Milan. Non vogliamo zingari a Milano,' dicevano, ma usando parole più volgari e pesanti. Abbiamo allertato le società di calcio milanesi e le autorità di Milano e Parma, dove Milan e Inter giocheranno l'ultima giornata di campionato, ma per evitare il diffondersi dell'intolleranza razziale è necessario che i media comincino ad attenersi alle norme internazionali che combattono il pregiudizio e l'incitazione all'odio razziale".

    http://napoli.indymedia.org/node/4015

    RispondiElimina
  2. Il termine rom (in lingua romaní "rrom") fa riferimento a una delle etnie della popolazione romaní (anche detta degli zingari) originaria dell'India del Nord (media valle del Gange, oggi Uttar Pradesh) che ha lasciato l'India all'inizio dell'undicesimo secolo per giungere in Asia Minore alla fine dello stesso secolo.[1][2]

    I rom propriamente detti, si definiscono essi stessi rom e parlano la lingua romaní, diffusa soprattutto nell'Europa dell'Est e in America.

    Nel linguaggio comune vengono a volte erroneamente definiti "rumeni" o "slavi" a causa della cittadinanza di alcuni di loro e per l'assonanza dei nomi, ma in realtà non c'è alcuna connessione tra il termine "Rom" e il nome dello stato di Romania, il popolo di lingua neolatina dei rumeni o la lingua rumena, mentre gli slavi appartengono ad un ulteriore differente gruppo etnico e linguistico.

    RispondiElimina
  3. Veneto/ Mestre, violenta rissa tra marocchini e romeni
    di Apcom
    Tre feriti lievi, intervenuta la polizia
    Milano, 2 mag. (Apcom) - Violenta lite tra stranieri ieri sera a Mestre che ha visto coinvolti un gruppo di marocchini e tre romeni. Questi ultimi, fanno sapere dalla Questura di Venezia, hanno riportato ferite al viso. La lite era iniziata presso un locale pubblico di via Aleardi e si era poi trascinata fino a via Gozzi, dove sono nuovamente intervenuti gli agenti. I marocchini si sono dati alla fuga, mentre i romeni sono stati soccorsi e medicati.

    questi non sono serbi ma romeni hai capito..
    quindi i rom arrivano dalla romania e non dalla serbia

    RispondiElimina
  4. «Qui girano i coltelli-portachiave, rischiamo anche per un telefonino»
    di Mauro Evangelisti

    ROMA (2 maggio) - I ragazzi sono scioccati, scossi, agitati dopo quello che è successo. Dopo il coltello, il sangue, l’ambulanza, i carabinieri. Gli insegnanti ripetono che sì, questa è una scuola a rischio, che da tre anni riceve i finanziamenti dal Ministero per la Pubblica istruzione e si fanno i corsi di legalità, ci sono due orchestre, si fa teatro, si sta studiando il libro di Gherardo Colombo. La prof di lettere che ha lavorato anche a Secondigliano e quasi le trema la voce ripete che questa è una scuola dove gli insegnanti non se ne vogliono andare, sanno ancora farsi rispettare, si fanno tanti bei progetti, poi però si parlerà solo di quel coltello, di quella ferita vicino al campo da basket, e ti viene rabbia perché sei a un anno dalla pensione e in fondo in questo lavoro e in questi ragazzi, con le loro felpe, le solite Adidas, il piercing alle medie, ci credi.

    I ragazzi sono scossi, voglio parlare con loro, da questa brutta cosa dobbiamo ripartire per capire e migliorare, non sarà mica un caso se abbiamo intitolato questa scuola a Giovanni e Francesca Falcone, ripete la preside Anna Maria Pintus. Poi si fanno le 2 del pomeriggio. Escono i ragazzi della scuola alla periferia della periferia di Roma. Qui sei ore prima uno studente romeno di non ancora quindici anni ha tirato fuori il coltello e ha colpito un compagno italiano di sedici, perché forse lo prendeva in giro, perché forse gli aveva tirato i sassi o, invece no, sono sempre i romeni che fanno gruppo fra loro e fanno i prepotenti.

    I ragazzi escono, inseguono la fermata dell’autobus, vedono le telecamere e si fiondano davanti. Perché saranno pure scossi ma hanno anche dodici-tredici anni e sono cresciuti fra confessionali del Gf, dirette di Amici, iperboli di Lucignolo, dirette di Sky Tg 24. Una ragazza guarda fissa in camera: «I romeni se ne devono andare». Un ragazzino di seconda media fa un’analisi più elaborata: «Il romeno lo conosciamo bene, mi ha minacciato tante volte, vuole comandare, vuole fare il prepotente. Ci dispiace per quello che è successo all’altro ragazzo».

    Ma dicono che il ragazzino italiano avesse tirato il sasso...«Vabbè - s’inserisce un altro - anche se discuti che fai, tiri fuori il coltello? Al massimo je dai ’na pizza». Tutta colpa del romeno? «No - dice il ragazzino che tante volte ha fatto muso contro muso contro il romeno - bisogna dirla tutta. E’ anche sbagliato come vengono trattati questi ragazzi romeni. Sono una ventina. Vengono tenuti da parte, emarginati, solo perché sono romeni. E allora c’è qualcuno che reagisce male, diventa violento».

    I coltelli. «I coltelli ci sono, ma non ce l’hanno tutti - spiega un altro con il capello alla Beckham - Girano quelli con la lama da quattro dita, li compri dove ti pare, c’è chi li usa come portachiavi». Stacco sulla preside: «C’è lo spirito di emulazione. Questi ragazzini vedono in televisione i coltelli, si esaltano, li mettono in tasca».

    Arriva l’autobus e i ragazzini salgono, Villaggio Prenestino resta deserto, davanti alla scuola ci sono solo le gazzelle dei carabinieri e un unico ragazzino che dopo poco salirà sul motorino della madre. Piccola storia della borgata: 25 chilometri da piazza Venezia, per arrivare a Roma è un viaggio senza fine con due o tre bus, quattro chilometri oltre il raccordo. «Siamo la periferia della periferia, perché il sindaco di Roma invece di andare a Tor Bella Monaca non viene qua?» dice una mamma, Donatella Baldacci.

    Sì, perché questo paese-borgata a est dell’est di Roma, è nello stesso Municipio dove proprio il giorno prima il sindaco era andato a promettere una raffica di iniziative educative contro il bullismo. Solo, che il Municipio - i palazzoni di Tor Bella Monaca - stanno a tredici chilometri ed è un altro sistema solare. Qui ci sono case basse, palazzine nuove di due o tre piani, e altre più vecchie sorte quando negli anni Cinquanta una cooperativa di marchigiani costruì la borgata. C’è ancora tanto verde.

    Se immaginate una periferia degradata con alveari di cemento, non venite qui. «Attorno sono sorti altri insediamenti. Sono arrivate le case popolari dieci anni fa a pochi chilometri di qua, un tessuto sociale compatto, simile a quello di un paese in cui tutti si conoscevano - racconta un genitore, Mario - si è frantumato, si sono sovrapposti gli immigrati, troppi e troppo in fretta. E siamo soli, la stazione dei carabinieri più vicina è a San Vittorino, è a 12 chilometri. Le sembra normale?».

    Una volta qui era tutta campagna e in parte ancora lo è, così a questa scuola media nella periferia della periferia di Roma convergono spesso realtà molto differenti fra loro. Una nonna: «Qui è diventato un inferno. A mia nipote, il primo giorno di scuola, con un coltello hanno squarciato il diario, non si sta più tranquilli». Un altro genitore: «Possibile che possano entrare i coltelli, perché non installano i metal detector?».

    Quando si alza il livello della paura perché è un ragazzo è stato accoltellato in pochi ricordano i corsi di legalità, le orchestre, i cori gospel, i ragazzini che sorridono alle telecamere e che sono uguali a quelli del centro di Roma o della prima periferia di Pistoia. No, parla la paura. «Bruciano i motorini», «Si fa a botte spesso», «Devono nascondere i cellulari, a scuola, perché altrimenti li rubano», «Per strada, i ragazzi più grandi li minacciano», «Si dividono fra bande, i romeni da una parte, gli italiani più svegli dall’altra, bulli contro bulli». «Ma non poteva daje ’na pizza e farla finita lì?», scuote la testa un ragazzino che ripensa al coltello, al sangue, all’ambulanza.
    preso da http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=17320&sez=HOME_ROMA&npl=&desc_sez=

    RispondiElimina
  5. Caos al bar, romeno finisce in manette

    Arrestato per minacce, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

    Ionut Antoniu, 31enne romeno, verso le 17.30 di giovedì era stato segnalato alla Polizia perché, ubriaco, stava infastidendo i passanti nei pressi del «Caffè San Salvador» di via Santa Maria. Più volte allontanato dal bar, il 31enne si era fatto sempre più pressante, rovesciando anche alcune sedie e tavolini, così da rendere necessario l'intervento del 113. I poliziotti hanno riportato lievi lesioni, a causa della resistenza e della stazza fisica del giovane, ricorrendo poi anche alle cure dell'ospedale.


    03/05/2009
    fonte : http://iltempo.ilsole24ore.com/latina/2009/05/03/1019638-caos_romeno_finisce_manette.shtml

    RispondiElimina
  6. e non dire che i rom vengono dalla serbia perche vengono tutti dalla Romania.
    viva la serbia

    Rinviato lo sgombero dei rom romeni di Centocelle: i bambini potranno almeno finire la scuola
    April 30th, 2009 · No Comments · Integrazione
    Roma, 27 Aprile 2009
    Grazie al tempestivo, e quanto mai fondamentale, intervento delle Associazioni e della scuola “Iqbal Masih” che hanno deciso di promuovere un presidio in difesa dei rom romeni di via di Centocelle, vi annunciamo che, a seguito della forte diffusione che ha avuto la suddetta iniziativa, segnalata questa mattina personalmente dai nostri operatori alle cariche cittadine competenti, abbiamo avuto garanzia dai soggetti responsabili, che mercoledi` 29 non avra` luogo alcuno sgombero.
    L’immediata e forte risposta data da parte di tutti/e noi ha portato le istituzioni competenti a scegliere di non procedere per il momento alle operazioni di sgombero rinviandolo a data da destinarsi (presumibilmente a scuole terminate).
    Per questa ragione il presidio indetto per mercoledi` mattina non avra` luogo, invitiamo tutti e tutte a restare comunque attenti a quanto si muove quotidianamente in citta`, consapevoli che stando uniti possiamo farcela sempre.

    Si ringraziano per aver sottoscritto l’appello: POPICA ONLUS, Studenti/esse PISM ROMA3, ARCI ROMA, STALKER OsservatorioNomade, Casa dei Diritti Sociali FOCUS, FEDERAZIONE ROM E SINTI, Antica Sartoria Rom, GRUPPO EVERYONE, GRUPPO WATCHING THE SKY, Associazione ANNE’S DOOR, A.N.P.I. Circolo “Giordano Sanganno” VII Municipio, Lega Missionaria Studenti, Laboratorio Sociale 100celle, Comitato Donne 100celle e dintorni, Sportello Popolare Quarticciolo, Roma` Onlus, Associazione TERRA TERRA, Centro d’iniziativa popolare Centocelle Alessandrino, Centro Informazione Ricerca e Cultura Internazionale, MISSIONE CATTOLICA ROM E SINTI, Coordinamento Giovani in Lotta, Coordinamento per la difesa del Parco Tor Tre Teste Alessandrino, Spazio Sociale 100celle APERTE, SCUP Spazio Culturale Peperino, “Una scuolina per crescere” ARPJ-Tetto, il Vicepresidente del Municipio V Antonio Medici e Andrea Alzetta del Gruppo consiliare al Comune di Roma per La sinistra- L’arcobaleno.


    POPICA ONLUS - www.popica.org
    http://www.myspace.com/popicaonlus

    RispondiElimina
  7. i zingari arrivano dalla serbia

    RispondiElimina
  8. i zingari sono cacciati dalla serbia

    RispondiElimina
  9. intanto no romeni siamo in Unione europea invece voi dovete stare isolati da tutto il mondo.
    persino la russia vi ha abbandonati
    serbi siete solo invidiosi

    RispondiElimina
  10. i serbi mai in Eu sanno solo uccidere

    RispondiElimina
  11. infatti i serbi hanno ucciso i croati i albanesi,i bosniaci i montenegrini i macedoni anche volvodina adesso vuole indipendenza.
    quindi preparatevi ad emigrare.

    RispondiElimina
  12. Viva la Romania . Traiasca Romania si romani iei.

    RispondiElimina
  13. Guardate che il razzismo presente in italia vi ha dato tutti alla testa. Serbia e Romania sono nazioni amiche. Io vivo in Serbia da 5 anni ormai e tutte queste storie non esistono. E' un paese europeo come tutti gli altri, un po povero ma si vive benissimo. Ci si diverte e la gente e' gentile ed ospitale i zingari ci sono ma sono relegati in quartieri loro. So che la realta' italiana e' invivibile, andate a vedere in russia, svezia, belgio, danimarca ecc non eisiste assolutamente un clima cosi pesante, nessuno e' giudicato per la sua provenienza e nessuno si sognerebbe mai di offendere qaualcuno apostrofandolo con termini razzisti, solo gli ignoranti la pensano come ai tempi di mussolini

    RispondiElimina
  14. An impressive share! I have just forwarded this
    onto a co-worker who was doing a little research on this.
    And he actually bought me dinner due to the fact that I found it for him.

    .. lol. So allow me to reword this.... Thank YOU for the meal!
    ! But yeah, thanx for spending time to discuss this matter here on your web page.
    Also visit my webpage Adult Amine Free Porn

    RispondiElimina
  15. Unquestionably believe that which you said. Your favorite justification appeared to
    be on the web the simplest thing to be aware of. I say to you, I definitely get annoyed while people consider worries that they
    just do not know about. You managed to hit the nail upon the top as well as defined out
    the whole thing without having side-effects
    , people could take a signal. Will probably be back to get more.
    Thanks
    My website: www.teenpornsexpussy.com

    RispondiElimina
  16. Hi there! I just wanted to ask if you ever have any trouble with hackers?
    My last blog (wordpress) was hacked and I ended up
    losing several weeks of hard work due to no backup.
    Do you have any solutions to stop hackers?
    Also visit my page - free webcam sex

    RispondiElimina
  17. Hi, I do believe this is an excellent blog. I stumbledupon it ;
    ) I'm going to come back yet again since i have saved as a favorite it. Money and freedom is the greatest way to change, may you be rich and continue to guide others.
    My weblog ... Asian Couple

    RispondiElimina
  18. Its like you read my mind! You seem to know so much about
    this, like you wrote the book in it or something.
    I think that you can do with some pics to drive the message home a little bit, but instead
    of that, this is excellent blog. A great read.
    I will certainly be back.
    My homepage Www.Crazyteenpics.Com

    RispondiElimina
  19. I read this post completely on the topic of the difference of most up-to-date and preceding
    technologies, it's awesome article.
    My webpage :: porntube

    RispondiElimina
  20. Why people still make use of to read news papers when in this technological world the whole thing is existing
    on net?
    Here is my website ; Emo Chick Strips And Plays With Vibrator

    RispondiElimina
  21. Thanks for sharing your thoughts on brittany puppies for sale.
    Regards
    Here is my webpage ... Free porn videos and naked girls hardcore sex

    RispondiElimina
  22. Thanks for sharing your thoughts on brittany puppies for sale.
    Regards
    my page :: Free porn videos and naked girls hardcore sex

    RispondiElimina
  23. Incredible points. Outstanding arguments. Keep up the great effort.
    My site ; girls fucking

    RispondiElimina
  24. This info is worth everyone's attention. How can I find out more?
    Feel free to visit my blog post sex tube

    RispondiElimina
  25. For latest news you have to visit internet and on the web I found this web
    site as a best web site for newest updates.
    My web page: Free Teen Porn

    RispondiElimina
  26. It's going to be end of mine day, except before end I am reading this wonderful paragraph to increase my knowledge.
    Also visit my page - best sex webcam

    RispondiElimina
  27. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video
    to make your point. You obviously know what youre talking about, why throw away your intelligence on
    just posting videos to your weblog when you could be giving us something informative to read?
    Look at my website :: Breaking news

    RispondiElimina
  28. I am genuinely grateful to the owner of this site who has shared this great paragraph at at this place.


    My web-site facialcumshotsweb.org

    RispondiElimina
  29. Hello everyone, it's my first pay a quick visit at this website, and piece of writing is genuinely fruitful in support of me, keep up posting these types of content.

    Take a look at my webpage ... Www.hugecockfuck.org

    RispondiElimina
  30. Link exchange is nothing else except it is simply placing the other person's blog link on your page at suitable place and other person will also do same in favor of you.

    Feel free to visit my web blog: http://www.porn-index.net/

    RispondiElimina
  31. Outstanding quest there. What occurred after?
    Good luck!

    Feel free to visit my web-site porn free porn videos
    []

    RispondiElimina

Ultimi commenti